La Matrigna ed il Matrignato

matrigna- figliastra

Tratto dal Dizionario Treccani:

Matrigna (o madrigna) s. f. [dal lat. tardo matrigna, der. di mater –tris «madre», esemplato su privignus «figliastro»]. – 1. Seconda moglie di uomo già rimasto vedovo, o comunque risposatosi, rispetto ai figli nati dal primo matrimonio: la miala nostra m.; una buona m.; la cattiva m., come personaggio tipico di fiabe popolari (Biancaneve, Cenerentola, ecc.). 2. In senso fig., con riferimento a persone, forze materiali, entità astratte e sim. che si dimostrino ostili, avverse, crudeli: [la natura] che de’ mortali Madre è di parto e di voler matrigna (Leopardi); la patria gli fu m., non ne riconobbe i meriti. Talvolta anche in funzione appositiva: sortenatura matrigna.

Così ci definiscono: Ostili, Avverse… persino Crudeli!!

Nonostante il mio compagno non sia (fortunatamente) vedovo questa definizione è quella che più si avvicina a noi, categoria nebulosa delle Nuove Compagne di uomini con figli.

La mia missione è quella di distorcere, ingentilendolo, questo nomignolo che io ho imparato a portarmi addosso con orgoglio.

Vuoi aiutarmi in questa battaglia? Sei una Matrigna in cerca di consigli? 

Scrivimi ed entra anche tu a far parte del Mondo Matrignesco!